HORST P. HORST

A BEAUTIFUL IMAGE

Una retrospettiva a cura di Walter Guadagnini
In collaborazione con Galleria Paci Contemporary

Nell’ambito di Fotografia Europea 2019 – Legami. Intimità, relazioni, nuovi mondi

Palazzo Magnani, Reggio Emilia
12 aprile – 9 giugno 2019

 

Ottant’anni fa, nel 1939, Horst P.Horst decideva di lasciare l’Europa e trasferirsi negli Stati Uniti, avvertendo l’approssimarsi della tragedia bellica:

<< Ho lasciato lo studio alle quattro del mattino, sono tornato a casa, ho preso il bagaglio e sono salito sul treno per Le Havre delle sette per imbarcarmi sul “Normandie”. Tutti sentivamo che la guerra era imminente. Troppe armi, troppe chiacchiere. E si sapeva che qualsiasi cosa fosse successa, la vita non sarebbe più stata come prima. A Parigi avevo trovato una famiglia e un modo di vivere. I vestiti, i libri, l’appartamento, tutto doveva essere abbandonato >>.

 

E’ un momento drammatico, nel quale tutti i legami faticosamente costruiti in Francia dal fotografo nato a Weissenfels in Germania nel 1906, si spezzano e inizia una nuova vita, in un nuovo mondo.

L’ultima immagine parigina di Horst è una delle icone della fotografia del XX secolo, quel Mainbocher Corset, capolavoro di eleganza e seduzione, nonché esempio di sapiente uso delle luci e delle forme, che ha un ruolo centrale nella mostra che Palazzo Magnani dedica al grande fotografo, scomparso proprio venti anni fa, nel 1999 a Palm Beach negli Stati Uniti.

La mostra presenta le tappe essenziali della carriera di Horst: le fotografie celeberrime come l’Odalisca; gli scatti per Vogue e Harper’s Bazaar che dagli anni Trenta agli anni Cinquanta lo hanno reso un protagonista assoluto della fotografia di moda mondiale; i ritratti della comunità artistica parigina degli anni Trenta, una vera e proprio galleria di celebrità intellettuali, da Jean Cocteau a Salvador Dalì; le fotografie a colori, recentemente poste sotto una nuova luce dalla grande mostra antologica dedicatagli dal Victoria & Albert Museum di Londra nel 2015.